Caricamento...

Parco Nazionale del Vesuvio


Il Parco nazionale del Vesuvio è stato istituito con il Decreto del Presidente della Repubblica del 5 giugno 1995 allo scopo di proteggere l'ambiente e la sua integrazione con l’uomo, promuovere la ricerca scientifica, salvaguardare le specie animali e vegetali, invitare i viaggiatori a scoprire un territorio che custodisce località suggestive e paesaggi magnifici.

Con sede ad Ottaviano, il parco si sviluppa attorno al complesso vulcanico Somma-Vesuvio, di cui il primo è un ormai spento cono esterno tronco, mentre il secondo è un cono interno più piccolo in stato di riposo attivo.
I due versanti del Parco sono caratterizzati da notevoli differenze ambientali: la parte vesuviana risulta arida; la parte del Monte Somma è invece più umida e fertile.

Anche la fauna del Parco è particolarmente ricca e variegata. Qui si possono incontrare diversi tipi di mammiferi come il raro Topo Quercino, la Faina, il Moscardino, il coniglio selvatico e la lepre, mentre tra gli anfibi merita una menzione il Rospo Smeraldino.

Specie animali e vegetali che possono essere ammirate percorrendo la Sentieristica del Parco Nazionale del Vesuvio, una rete di 54 chilometri lungo i quali un’apposita segnaletica riporta le più interessanti emergenze geologiche, naturalistiche e storiche.
 

Il suddetto ambiente variegato ha reso il Parco una zona interessante anche per la produzione agricola che oggi può vantare di una vasta gamma di prodotti, quali i Pomodorini del Piennolo del Vesuvio DOP, il vino Lacryma Christi DOC, l'Albicocca Vesuviana PAT e tanti altri.

 

 

Vedi mappa