Caricamento...

Scavi di Pompei

L’antica città di Pompei collocata ai piedi del monte Vesuvio deve la sua origine agli Osci, civiltà italica stabilitasi nella Campania pre-romana. Con l’espandersi dell’egemonia Romana, Pompei divenne  Municipio, per poi essere dedotta a colonia Latina con il nome di “Colonia Cornelia Veneria Pompeianorum”, dal nome della sua principale divinità Venere.

Colpita dalla furia del monte Vesuvio, distrutta dal terremoto del 63 d.C. sepolta e sigillata dalla coltre di ceneri e lapilli nel 79 d.C., la città è riuscita ad emergere dalle sue stesse ceneri, grazie all’intensa attività di scavo condotta a partire dal 1748 per ordine di Re Carlo III di Borbone, che comprò tutti i terreni che coprivano la città sommersa. Da allora fu meta del “Gran Tour” il viaggio necessario per tutti gli uomini di cultura del 700’ che desideravano completare la loro conoscenza e preparazione  culturale.  

Oggi il Parco Archeologico di Pompei con i suoi 66 ettari di cui messi in luce 50, è una realtà che permette al visitatore di osservare, toccare e passeggiare tra le antiche rovine del nostro passato.

Camminando lungo le sue strade basolate, come in Via dell’Abbondanza, è possibile ammirare abitazioni, come le preziosissime domus, contornate da apparati decorativi parietali e pavimentali, ambienti mosaicati, è possibile osservare le botteghe, il Foro, nucleo nevralgico delle attività pubbliche e commerciali della città, le aree sacre come il Tempio di Apollo, di Iside e della Triade Capitolina, i complessi termali, gli edifici per gli spettacoli, come l’anfiteatro e il teatro grande e all’esterno delle antiche mura che proteggono e avvolgono l’antica Pompei, è possibile passeggiare  nella città dei defunti, la necropoli, caratterizzata dalla presenza di maestose tombe monumentali.

Sempre nell’area extra-urbana è possibile ammirare la varietà e l’utile funzionalità delle ville rustiche adibite alla produzione di vino ed olio presenti nelle aree del Pagus, una tra le più suggestive ed imponenti è la famosa Villa dei Misteri, che ha restituito il ciclo di affreschi più ammirato al mondo.

Pompei è la città distrutta e risorta, memoria del passato dei nostri avi, che ancora vuol narrare e raccontare di sé, per mantenere intatta la persistenza della sua memoria. 

…Con la sua piccolezza e angustia di spazio, Pompei è una sorpresa per qualunque visitatore, tutto, strade stanze, corridoi, loggiati è dipinto nei più vivaci colori…  
Johann Von Goethe

 

Vedi mappa